Team Istruttori

Affidarsi a persone qualificate per praticare qualsiasi sport è il giusto approccio per imparare la tecnica corretta di una nuova disciplina. Apparentemente semplice, la camminata nordica per essere efficace, richiede una tecnica corretta che può essere acquisita solo con l’aiuto di istruttori qualificati. Nella nostra associazione, agli Istruttori è richiesta la formazione continua, non solo per i crediti formativi obbligatori previsti dalla normativa sportiva ma per promuovere lo sport con professionalità ed eccellenza. Tutti i nostri Istruttori e i Tecnici di base sono formati con qualifiche tencniche riconosciute dal CONI secondo le specifiche e secondo la Norma Tecnica UNI 11475:2017

Angela Cacamo
Docente Formatore Nazionale
Istruttore – Giudice di gara
Ileano Padovan
Istruttore
Marco Rabatelli
Istruttore
Fulvia Colombo
Tecnico di base CONI
Antonio Cozzi
Tecnico di base CONI
I love Nordic Walking
Angela, classe 1966. È subito amore a prima vista quando nel lontano 2009 scopre i bastoncini da Nordic Walking sostituendoli a quelli da trekking. Amante della neve e delle cime innevate, non ha mai imparato a sciare, preferendo scarponcini e ramponi per arrivare in vetta senza fretta. La continua ricerca e lo studio sono il leitmotiv del suo nordic che insegna con passione dopo aver provato e sperimentato su se stessa i benefici sportivi.
L'ex calciatore
Ileano, classe 1961, per tutti è Ile. 187 cm di altezza fanno di lui il nostro gigante buono. Lui afferma di essere senza dubbi "fortemente sportivo" vuoi per il bellissimo trascorso calcistico nel ruolo, facilmente intuibile, di portiere ma anche per la passione viscerale per la squadra del cuore che ancora oggi lo tiene incollato al televisore gridando a squarciagola.
Del Nordic Walking dice di averlo scoperto, forse, in età più matura ma questo gli ha permesso di apprezzare pienamente le caratteristiche dell'attività fisica e mentale coinvolte.
Into the wild
Marco, classe 1963. Di lui faremmo prima a dirvi quale sport non ha praticato. Da sempre appassionato di montagna e di natura, con uno spirito selvaggio, tanto quanto basta per trasmetterti la voglia di avventurarti alla scoperta di nozioni naturalistiche, di cartografia e di sopravvivenza.
Quando ha smesso di arrampicarsi sulle falesie ha deciso che poteva anche camminare... con due bastoncini. Oltre al Nordic per il suo essere sportivo sono fondamentali tutti gli sport outdoor che richiedono fatica, come il trekking, solo per godersi lo spettacolo del mondo da una vetta.
L'Atleta 
Fulvia, classe 1958. Per lei essere sportivi significa condurre uno stile di vita sano privilegiando soprattutto il benessere psicofisico attraverso tutte quelle discipline che allenano la mente oltre al corpo come lo yoga e il pilates. Il Nordic ha completato la sua ricerca interiore, unendo l'attività fisica a quella più mentale delle altre discipline, e ha risvegliato in lei la voglia di superare alcuni limiti fisici che attribuisce alla "sua età" cimentandosi in allenamenti agonistici.
The public relation man
Antonio, classe 1956. Il suo primo approccio con il Nordic è arrivato per la necessità di mantenersi attivo e sportivo dopo una lunga ed importante carriera dietro la scrivania. La cura del benessere psicofisico attraverso la pratica quotidiana delle discipline sportive outdoor e una sana alimentazione sono alla base della sua quotidianità. Vive da sportivo con regole semplici come l'impegno e la costanza. Da sempre appassionato di ciclismo appena può scappa dalla città per percorrere qualche chilometro con la sua mountain bike in qualche bosco.